Mariarosaria  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 22/03/2020

Napoli

Mamma é depressa, cosa devo fare?

Salve,
Vi contatto qui perché ho assolutamente bisogno di un consiglio circa mia madre. Mia madre ha passato molte situazioni nella vita spiacevoli: la mia depressione e fame nervosa, la morte del padre, il fatto che debba accudire da sola sua madre anziana e non per ultimo le é stato diagnosticato un tumore alla tiroide. Nonostante si sia estirpato il tumore deve fare una radioterapia e, essendo in fase di forte depressione, sta iniziando a dire che vuole morire, vuole stare sempre da sola, ha attacchi di ira verso mia nonna. Ho provato a darle una mano, ma mi sono resa finalmente conto che solo una persona esperta può farlo. Ho paura che possa farsi del male, che possa continuare stare così male. Avendo superato con successo la mia depressione e il mio disturbo alimentare tramite una terapia psicologica, vorrei che anche lei ne iniziasse una: sono dell'idea che tutto quello che sta passando potrebbe affrontarlo meglio se stesse meglio psicologicamente e magari potrebbe anche accettare il nostro aiuto. Mi rendo conto che non si deve costringere una persona ad andare in terapia e per questo vi chiedo come devo procedere.
Grazie mille per l'attenzione e spero comprendiate la mia preoccupazione.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 22/03/2020 - 12:20

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Mariarosaria,
comprendo e condivido la sua preoccupazione e penso che possa orientarla efficacemente procedendo in questo modo:
1) proporre a sua madre una consulenza psicologica a cui partecipi anche lei figlia. In genere molte persone in difficoltà come sua madre, si rassicurano di fronte a questa proposta perchè non si sentono giudicate, ossia individuate come il solo malato della famiglia che si deve curare. E inoltre, percepiscono l'alleanza e vicinanza emotiva di un altro familiare durante la consulenza. Considerando che a causa dell'emergenza coronavirus, le sedute a studio sono evitate, una consulenza via skype potrebbe essere un'ottima soluzione per sua madre poichè potrebbe indurre in lei la sensazione di appartenenza e vicinanza alla casa, nonchè a lei figlia.
2) non ha parlato di suo padre. Vive con voi? è possibile coinvolgerlo nel menage familiare ed in un'eventuale consulenza psicologica familiare?
3) Nel caso in cui sua madre resti comunque refrattaria anche rispetto alla proposta di una consulenza psicologica con lei, le consiglio di richiedere un supporto psicologico per lei stessa, in modo da capire, con l'aiuto di uno esperto, in che modo approcciarsi a sua madre.
Un caro saluto a lei e a sua madre.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).

Dott.ssa Alessandra Melli Inserita il 22/03/2020 - 12:17

Mestrino
|

Gentile Mariarosaria,
isolamento, rabbia, ideazione suicidaria, sono componenti significative di un probabile quadro depressivo, forse scatenato dalla malattia oncologica che ancor oggi sua madre si trova a dover fronteggiare con radioterapia e mantenuto da una difficile situazione come l’essere caregiver di una madre anziana .
Sarebbe opportuna una accurata valutazione clinica e psicodiagnostica, di aspetti della personalità che possano costituire dei fattori di mantenimento, come la sovrastima della propria responsabilità percepita, considerando il difficile storico che ha preso in carico.
È molto funzionale che lei non abbia sottovalutato la problematica, ma la richiesta di aiuto è un presupposto assolutamente fondamentale per poter affrontare un percorso terapeutico.
Se al tempo fu sua madre a suggerirle di affidarsi ad un terapeuta,, potrebbe cominciare col rinforzarla per i benefici che grazie a quel sostegno ha ricevuto ed invitarla ad accettare con fiducia lo stesso suggerimento che a quel tempo le fu dato.
Resto comunque a disposizione, data la situazione di emergenza del nostro Paese , a consulti o percorsi più strutturati , anche telematici via Skype o video whatsapp , previo appuntamento.

Cordialmente
dott.ssa Alessandra Melli