Letizia  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 29/12/2020

Verona

Ho paura degli altri

Salve, sono una ragazza di 27 anni e ho un problema che non mi fa vivere serenamente.
Si tratta della paura di espormi davanti agli altri, di socializzare con gli altri e di parlare in pubblico, anche parlare a gruppi ristretti di persone come potrebbero essere i miei colleghi. Probabilmente questo è dovuto alla mia scarsa autostima e fiducia in me stessa, infatti credo che questo succeda perché quando sono in gruppo ho sempre paura di sbagliare, di dire cose stupide o di fare battute non divertenti, e questa paura mi blocca facendomi sempre stare zitta.. Non riesco a spiegarmi il perché a 27 anni sia ancora così insicura, dopotutto sono laureata e faccio un lavoro che mi soddisfa, quindi alcuni traguardi della mia vita li ho raggiunti.. e sono anche una ragazza carina, ho un fidanzato e ogni tanto qualche corteggiatore.. Ma nonostante questo la mia insicurezza e scarsa autostima non mi abbanadonano mai, rendendomi"invisibile" perché non mi danno modo di aprirmi agli altri come vorrei e fare apprezzare il mio carattere. Passo sempre inosservata perché sembra che io non abbia grinta e che non abbia mai niente da dire, mentre invece la mia è solo una paura di esporre le mie idee e di sbagliare.
Sono già andata da uno psicologo della mia città, ma non ho ottenuto nessun beneficio.
Ho bisogno di aiuto per risolvere questo problema, non so più cosa fare..

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Matteo Radavelli Inserita il 30/12/2020 - 10:14

Arcore
|

Buongiorno Letizia,
grazie per aver scritto e chiesto aiuto.
Leggo che ha già effettuato un percorso con un professionista, può essere che non fosse il momento giusto per Lei o che non abbiate trovato la chiave migliore per affrontare la situazione. Non getti la spugna, non sempre un percorso terapeutico ha un esito positivo al primo "tentativo" per moltissimi fattori che influiscono. Avverto una forte esigenza di affrontare la situazione per stare meglio e questo potrebbe essere il momento giusto per chiedere aiuto, nuovamente, ad un professionista. Provi magari a cercare un altro collega, con un altro approccio. Sfrutti il momento di forte esigenza di stare bene per riprendere ad investire su se stessa.

Resto a sua disposizione,
Dr. Matteo Radavelli

Dott.ssa Katarina Faggionato Inserita il 30/12/2020 - 13:35

Cara Letizia,
un motivo per la Sua insicurezza ci sarà e fa parte della terapia cercare di capirlo. Descrive alcune soddisfazioni nella Sua vita attuale, il percorso di studi portato a termine, il lavoro e la relazione affettiva soddisfacenti. Evidentemente Lei ha delle capacità e delle caratteristiche che La fanno andare avanti e che gli altri apprezzano. Il problema è che forse non riesce ad apprezzarsi abbastanza Lei stessa. Immagino quanto possano pesarLe le conseguenze della Sua bassa autostima, le difficoltà nelle relazioni in particolare. Le origini di tutto questo probabilmente si troverebbero nella Sua storia di vita. Forse è stata criticata, rimproverata o spinta a rendere sempre al massimo, non sentendosi poi abbastanza brava, capace, all'altezza. È solo una possibile spiegazione, ce ne possono essere altre, ma bisognerebbe conoscerLa. Il fatto di bloccarsi adesso, per esempio stando zitta in un gruppo di persone, peggiora ulteriormente il problema, perché non si dà la possibilità di sperimentarsi. Probabilmente reagisce così per la paura di essere giudicata negativamente dagli altri. Ma queste cose si possono affrontare in un percorso mirato.
Sono d'accordo con il collega che Le ha risposto prima di me, non rinunci, ha tutta la vita davanti, vale la pena di impegnarsi per stare poi bene, giusto?
In bocca al lupo!
Dott.ssa Katarina Faggionato