Maria  domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 09/10/2021

Pavia

Non so quale passo fare e dove andare a vivere

Buongiorno, chiedo a voi esperti un consiglio su quale strada prendere perché io non so davvero dove girarmi..
Ho 36 anni, da un’anno ho chiuso un rapporto molto importante per problemi nell’intimità che non siamo riusciti a risolvere. Io sono ancora molto coinvolta, turbata e ferita da tutto questo. Ho cominciato subito un’altro rapporto consapevole fosse anche per aiutarmi a dimenticarlo e scappare da quel dolore. È una bella persona, che però in tante cose non sento possa essere quella giusta. Ma sono confusa, un giorno la penso così, il giorno dopo penso che potremmo crescere insieme come coppia.
So che avrei bisogno di parlare con qualcuno, ma la domanda fondamentalmente è qui, non so dove cercarlo.
Adesso io mi trovo in una città dove sono arrivata qualche anno fa per seguire il mio ex, abitavo già fuori da tempo, l’ho seguito prima all’estero e poi di nuovo in italia dove siamo ora (anche lui è nella stessa città). La città in sè non mi piace affatto, sopratutto adesso senza il mio ex compagno. Prima la vedevo più come una tappa, o comunque un punto di appoggio perché viaggiavamo molto insieme.
Siamo entrambi di origine Sarda e l’idea era di tornare lì un giorno e nel frattempo riempire il più possibile la vita.
Adesso io mi ritrovo con niente qui, lavoro da casa quindi non ho neanche fatto amicizie significative.
Questo nuovo ragazzo è di qui, è uno che non ha nel sangue il viaggio e la fuga dalla città. Un po’ con me che tiro si presta, ma comunque a volte se provo ad immaginare il mio futuro me lo immagino tristissimo.
Da poco sono tornata in Sardegna dopo due anni, anche lì i problemi non mancano perché ho chiuso i rapporti con mio fratello e in famiglia c’è molta tensione, però ho le mie amiche, che mi hanno dato grande conforto e mi hanno fatto venire voglia di tornare ed avere affetto accanto e chissà forse creare quella vita che immaginavo con il mio ex.. anche se senza di lui.
So che ho bisogno di aiuto, ma non so se risolvere tutti questi miei dubbi cercando uno psicologo dove vivo ora, con il rischio che poi me ne debba andare e quindi interrompere la cura, o se in Sardegna, costringendomi ad una scelta forse non troppo consapevole.
Ho paura di richiudermi stando qui nel conforto di questo rapporto che mi fa sentire amata e meno sola.
A volte penso anche di prendermi qualche mese e fare un viaggio per me, per aiutarmi a guardare da fuori..
Non so proprio che fare..Spero possiate darmi un vostro parere

  4 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Sacha Horvat Inserita il 11/10/2021 - 20:23

Milano
|

Buonasera Maria,
sembra che lei abbia deciso di iniziare a guardarsi dentro.
Andare dalla psicologo può fare paura inizialmente, "qui", "in Sardegna", se domanda su questa piattaforma probabilmente ha pensato anche ad un supporto on-line. Penso che sia importante per lei accogliere questa sua richiesta, trovare un professionista che possa ispirarle fiducia e contattarlo. Che sia in presenza oppure on line, forse al momento poco importa.
Non dovrà stare con lui per sempre, magari per una parte del percorso, e poi riprendere il sentiero con l'aiuto di un altro.
Si permetta di chiedere aiuto.
Un caro saluto
Dott. Sacha Horvat

Dott.ssa Loredana Trebisacce Inserita il 11/10/2021 - 17:16

Roma
|

Cara Maria,
nella tua lettera leggo tante consapevolezze di quello che sei e di quello che vuoi, anche dei tuoi sentimenti passati e presenti, per il tuo ex e per l'attuale relazione.
Sei una persona dinamica, che ama viaggiare, che non si accontenta di un'intimità non soddisfacente e per questo è stata disposta a rinunciare ad una sentimento ed un progetto di vita.
Hai cambiato città e stile di vita per amore, ma sei disposta a ricominciare da capo, hai delle solide amicizie e la voglia di migliorati. Io vedo tanti punti di forza che sono un'ottima partenza per un percorso di psicoterapia, probabilmente consigliabile on line, per garantirti la continuità del percorso.
Scrivimi ancora se ti va, resto a disposizione per qualsiasi chiarimento.
Un caro saluto
dott.ssa Loredana Trebisacce

Dott.ssa Manuela Leonessa Inserita il 09/10/2021 - 19:44

Torino
|

Buonasera Maria, concordo con la collega sulla possibilità di ricercare un aiuto online, efficace quanto quello in presenza, ma libero da radici territoriali. Vorrei però che s’interrogasse su un altro aspetto: i dubbi che ha su dove e come chiedere aiuto sono reali o modi per procrastinare se non addirittura evitare di affrontare le sue difficoltà? L’evitamento una brutta bestia, impedisce di affrontare i problemi e soprattutto di risolverli . Si ponga questa domanda, poi pronti, partenza e via! Vedrà che dopo sarà tutto più facile. Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Un caro saluto, dott.ssa Manuela Leonessa

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 09/10/2021 - 15:11

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buonasera Maria,
Concordo con lei quando afferma che ricercare uno psicologo in Sardegna potrebbe essere poco utile, dal momento che potrebbe lasciare l'isola.
Pertanto, le consiglio di selezionare uno psicoterapeuta che le ispiri fiducia e con cui possa iniziare un percorso on line, soluzione che le consentirebbe di continuare il lavoro su di sé da qualunque parte dell'Italia o del mondo si trovi.
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).