Emanuela  domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il

Agrigento

Paura di fare del male a mia figlia

Buongiorno, sono una ragazza di 25 anni e ho una bambina di 15 mesi. Sono sempre stata una persona molto sensibile e ansiosa. Da quando è nata mia figlia ho avuto ansia di tutto, è nata nel periodo covid e questo ha contribuito alla mia ansia,avevo un ansia perenne di prendere il covid e morire o che lo potesse prendere lei e essendo piccola potesse morire o andare in terapia intensiva, doveva fare i primi vaccini e avevo ansia che i vaccini potessero farla diventare autistica, avevo paura che potesse morire durante la notte per sids, paura che in qualche modo potessi sbagliare qualche passaggio nel fare il latte e avvelenarla per sbaglio. Queste paure con il tempo e man mano che lei cresceva erano un po' passate ma ultimamente ho sentito un fatto di cronaca di una madre che ha accoltellato la figlia di 5 anni. Essendo una persona ansiosa quando sento un brutto avvenimento è come se mi immedesimassi,ho iniziato a pensare a quella povera bambina tutti i giorni, ho provato a pensare a cosa avesse provato in quei momenti e non so perché all'improvviso ho avuto paura anche io di poter fare la stessa cosa con mia figlia. È un mese che questi pensieri mi distruggono, sono sempre rimasta da sola con mia figlia senza problemi, non ho mai avuto questi pensieri aggressivi verso di lei, è la mia vita ma all'improvviso mi vengono in mente scene di me che in preda a un raptus prendo un coltello e la uccido,oppure di soffocarla, oppure frasi tipo "prendi il coltello e uccidila". Queste immagini mi sconvolgono e mi mettono profonda paura, non so cosa fare per farle passare, io non voglio fare male a mia figlia è la mia vita e la amo con tutta me stessa. Ho sempre immaginato cose brutte come detto sopra ma no che potessi fare una cosa del genere. Non so più cosa fare, ho paura di impazzire e non poter stare più con mia figlia, o di farle qualcosa contro la mia volontà. A volte penso che sarebbe meglio se mi uccidessi ma poi so che non avrei mai il coraggio, così come non avrei mai il coraggio di fare qualcosa a mia figlia ma a volte quelle immagini sono così forti da sembrare realmente che io le possa fare. Sono pazza? Sono schizzofrenica? Mi dico che non si può impazzire all'improvviso, ho letto di doc ma poi dico e se non fosse così? Se realmente lo farei? Cerco di trovare conforto su internet ma sto bene al momento poi ricado nello sconforto. Ne ho parlato con mia mamma e mio marito e tutti e dueil mi dicono che non potrei mai fare qualcosa del genere ma se si sbagliassero? Io non ucciderei neanche una mosca, piango per qualcosiasi cosa , anche per un gattino,non riesco a capire il perché di questi brutti pensieri.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Bennati Inserita il 06/08/2022 - 17:58

Lucca
|

Cara Emanuela,
ha fatto molto bene a scrivere qui e chiedere aiuto. Da quello che scrive traspare tutta la sua confusione e sofferenza. Le suggerisco di contattare uno specialista vicino a lei, può consultare questo portale indicando la città e troverà un elenco di colleghi che possono aiutarla a comprendere meglio la natura dei suoi pensieri e trovare insieme gli strumenti adeguati per gestirli. Ha tutto il diritto di stare bene e godersi questo momento di maternità al meglio. Su internet ci sono tante cose che le creano ancora più confusione. Non aspetti altro tempo, ha già fatto un grande passo scrivendo qui! Le auguro il meglio. Un caro saluto.
Dr.ssa Valentina Bennati