Gaia  domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il

Monza e Brianza

Problema universitario

Buongiorno, ho un problema riguardante il mio percorso universitario: 2 anni fa, dopo la fine delle scuole superiori ho scelto una facoltà universitaria riguardante l'economia, spinta principalmente dai consigli di persone terze (dato che ero molto indecisa). Durante il primo anno ho constatato che questo percorso non mi piaceva molto e non mi appassionava, ho deciso però di continuare anche il secondo anno nella speranza di appassionarmi alla materia.
Così non è stato e ad oggi, con l'imminente inizio del terzo anno, ho molta ansia; principalmente di dover frequentare il terzo anno (più impegnativo degli altri due) studiando qualcosa che non mi piace, non fa per me e non rispecchia le mie aspettative per un lavoro futuro. Riflettendo sulle mie capacità e sulle piccole esperienze lavorative che ho svolto nell'ultimo anno, ho constatato che l'informatica e la programmazione sono (fin dalle superiori) delle materie che mi interessano e mi stimolano a fare sempre meglio e voler continuare ad imparare.
Ho parlato con i miei genitori del mio desiderio di cambiare corso universitario ma loro la reputano una "stupidata", un grande errore e una delusione sia per loro che per me stessa, poichè la maggior parte degli esami che ho sostenuto non potrebbe essere convertita per i nuovi corsi e perderei quasi due anni di studi. Inoltre sostengono che ottenere una laurea mi farebbe sentire più orgogliosa del mio percorso, nonostante io non abbia intenzione di lavorare o continuare gli studi nell'ambito economico... Cosa devo fare?

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Daniela Congiu Inserita il 29/09/2022 - 11:12

Milano - Niguarda, Cà Granda, Bicocca
|

Buongiorno Gaia,
sono appena entrata nel network Psicologi Online e la tua richiesta è la prima a cui rispondo.
Situazione complessa quella che descrivi: proseguire l’attuale corso di studi ed essere fonte di soddisfazione per tuoi genitori oppure seguire le tue passioni ed in qualche modo deludere le aspettative che le persone, per te tra le più significative, hanno nei tuoi confronti…
Tu chiedi “cosa devo fare”?
Io ti chiedo di continuare a riflettere sulla situazione, hai già fatto una piccola analisi che ci esponi, ma stai ancora lì…
Perché stai facendo ciò che stai facendo ora? Cosa faresti se avessi la certezza di essere comunque accolta dai tuoi genitori?

Se vuoi parlarne, sono qui.
Daniela Congiu

Dott.ssa Stefania Iade Trucchi Inserita il 24/09/2022 - 10:24

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Gaia,
la sua richiesta di aiuto è la risposta stessa alla sua domanda. Lei soffre profondamente questo senso di obbligo a proseguire gli studi associato al senso di colpa, alla paura di dover affrontare la delusione dei suoi genitori. Esiste un piano di realtà che evidenzia un problema per la conseguenza di perdita di tutti gli esami conseguiti ed esiste un piano profondo personale che la fa sentire insoddisfatta e desiderosa di liberarsi da una scelta che per lei ora è disfunzionale.Un conflitto cosi pervasivo andrebbe affrontato in psicoterapia se non riuscisse a trovare il coraggio di scegliere una strada precisa che la renda tranquilla e soddisfatta.
Sono a disposizione per qualsiasi altra richiesta. Grazie
Dottssa Stefania Iade Trucchi

Dott.ssa Chiara Conversano Inserita il 24/09/2022 - 12:22

Salve Giada,
immagino quanto sia doloroso per lei questo momento, intrappolata in un profondo dilemma che la porta da una parte al desiderio di assecondare i suoi desideri ,bisogni personali e professionali; dall'altro la paura di intraprendere una scelta che la porti a deludere i suoi genitori e le conseguenze connesse alla perdita degli sforzi fatti fino ad ora nell'ambito universitario. Mi sento di rassicurarla rispetto al fatto che non è la sola ma tale situazione è frequente nei ragazzi della sua età. Insicuri e dubbiosi rispetto alle nostre ambizioni future, possiamo inciampare in scelte che si svelano poi lontane dai nostri interessi, desideri. Qualora sentisse il bisogno confrontarsi, essere supportata o acquisire gli strumenti necessari per affrontare tale conflitto, sarò lieta di affiancarla. Resto a disposizione per qualsiasi dubbio o necessità. Un caro saluto
Dott.ssa Chiara Conversano