Francy  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 06/06/2021

Grosseto

Suoceri e marito

Buonasera, volevo raccontarvi la mia storia per capire se fossi sbagliata io oppure mio marito sta esagerando. Premetto che siamo sposati da 2 anni ma stiamo insieme da circa 6 anni, in tutti questi anni si è sempre presentato il problema dei suoceri. Persone cattive che senza scrupoli hanno fatto di tutto per farci divorziare e rovinarmi la vita in tutti i modi. Dopo anni non ce la faccio più e passo le notte a piangere perché il mio lui non mi ha mai difeso, anzi continua a voler un rapporto con loro come se nulla fosse (li chiama piu volte al giorno e li tratta come se ultimi anni non fossi stata sommersa di insulti e odio). Gli sto cercando di parlare per fargli capire che sto male e che non è giusto che tratti loro come se nulla fosse, vorrei costruire con lui una famiglia e vorrei che si staccasse dalla sua (non perche sono cattiva, ma perche sono persone tossiche e cattive) ma lui dice che piuttosto che perderli perde me. Questo mi fa sentire ancora di più non voluta e soprattutto che loro , anche se ci hanno rovinato la vita, sono la cosa più importante che ha.
Non so come farglielo capire e se nel caso potrebbe essere utile iniziare un percorso di coppia, anche perché penso che lui non si voglia staccare dal
Cordone per una paura dell’abbandono. Io realmente dono distrutta dalla sua volontà di continuare a fare finta di nulla anche dopo tutta la merda e le umiliazioni che hopreso.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Bennati Inserita il 07/06/2021 - 08:19

Lucca
|

Cara Francy, quello che sta vivendo è una situazione difficile e dolorosa perché ci sentiamo l'ultima scelta e mai in primo piano. Quello che può aiutarla in questo momento, prima di proporre a suo marito una terapia di coppia, è chiedere un colloquio individuale per lei in modo da comprendere meglio le emozioni che scatena in lei questa situazione e per capire le dinamiche che si instaurano tra lei e suo marito. In questo modo sarà possibile per lei avere un quadro chiaro di quello che state vivendo e il terapeuta potrà darle gli strumenti adeguati per muoversi. La cosa importante è seguire le sue sensazioni, se prova una determinata emozione, ha tutto il diritto di sentirla ed agire di conseguenza. Non c'è niente d sbagliato in quello che prova, se lo prova c'è una motivazione. Un caro saluto,
Dr.ssa Valentina Bennati