Cristina  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 04/10/2021

Roma

Non mi sento più felice e non riesco a cambiare le cose

Mi sentivo felice e appagata fino a 10 anni fa. Penso che il fulcro di tutto sia il lavoro precario e problemi di instabilità economica che di conseguenza porta a quella mentale. Sono 25 anni insieme allo stesso ragazzo /uomo. Un tempo eravamo più felici. Io in particolare . Ho iniziato i miei problemi intorno i 30 anni , i miei mi hanno lasciato casa, e il mio compagno e tutti intorno , suoi familiari, hanno iniziato a farmi pesare o a farmi svegliare su questioni di divisioni o qualità delle cose donate. . E ancora ogni tanto escono questi argomenti. Il dolore che oggi ho più di tutti è che ho rinunciato x paura a diventare madre. . E non me ne do pace. E questo dolore è cresciuto piano piano. La paura era economica x che io ero e ancora lo sono precaria e in total blak . il mio compagno perse il lavoro in quel periodo e purtroppo anche lui in total blak. Quindi nessun supporto economico . E qui mi arrabbio con i nostri genitori che non hanno saputo suggerirmi di non accettare mai condizione lavorative precarie. Non ho mai avuto dialogo e consigli sulla vita da parte loro in modo serio.. Mi sento come quando prendi un cane e lo lasci alla sua vita senza educazione e interesse della sua felicità emotiva. Non ho mai raccontato questa mia scelta a nessuno se non a una ragazza che conosco da anni. E me ne vergogno ogni volta .. poi con il tempo rimane la sensazione di riprovare e riesco ma si ferma a 11 settimane e ciò mi sento che è come una punizione. Ora però mi sento arrabbiata e delusa da tutti . Sopratutto delusa . Nessuno si è mai fatto sentire con un messaggio o chiamata. Da questo mio dolore. I miei lo sapevano questa volta. Si ,loro mi sono stati vicini a modo loro. . A modo loro . X che secondo me non mi posso aspettare quasi niente anche da loro con tutto che gli voglio bene . E li rispetto. E in ultimo sono arrabbiata con il mio compagno x che io sto lavorando sempre in total blak cerco sempre di migliorare e cambiare lavoro per il meglio. Sto pensando anche di rimettermi a studiare x un futuro migliore. Insomma sono due anni che io lavoro e lui sta di nuovo senza. . Ma la cosa che di da rabbia che lui non lo cerca. Sta bene così a casa a giocare al computer e online con altri. Insomma non mi sento che lui a tutte queste responsabilità come me. E questa cosa mi fa molta rabbia e non riesco a trattenermi ormai da un po ho crisi di pianto anche davanti a tutti. E non so come risolvere . Lui sa tutto . Ma ogni volta che gli parlo . Non dice niente e non cambia neanche... e ciò mi da molta delusione ancora . E penso che a nessuno importi di me e della mia persona .quindi come posso farmi sbollire e tornare alla felicità?.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Loredana Trebisacce Inserita il 05/10/2021 - 09:35

Roma
|

Cara Cristina,
la sua lettere mi ha profondamente toccata per il senso di solitudine che traspare dal suo racconto, solitudine dal parte delle figure genitoriali, che mi sembra di capire, magari non per colpa ma per situazioni loro, non le hanno mai dato quel supporto necessario, né a livello lavorativo, né personale; solitudine nel suo rapporto, con un compagno da tanti anni, che mi sembra non aver capito bene il periodo che sta affrontando ormai da tanti anni; solitudine nel suo bisogno di diventare mamma, che mi sembra viva tra angoscia e sensi di colpa e rammarico. Ha tutta la mia solidarietà per la sua forza e per la voglia di migliorarsi nonostante le avversità ma il vuoto che la circonda ho la sensazione che la schiacci, e non i stupisce affatto che lei non sia più felice da tempo, nel rapporto e sul lavoro.
Forse l'aiuto di un professionista potrebbe aiutarla.
Molte associazioni aiutano le persone in difficoltà economiche con prezzi calmierati.
Se mi contatta in privato potrei capire come aiutarla al meglio.
resto a disposizione per qualsiasi chiarimento.
Un caro saluto
Dott.ssa Loredana Trebisacce

Dott. Sacha Horvat Inserita il 04/10/2021 - 15:05

Milano
|

Buongiorno Cristina,
dalle sue parole emerge una forte voglia di cambiamento e di essere ascoltata e compresa nelle sue difficoltà.
È positivo che lei guardi al futuro e si voglia mettere in gioco. Colga questo momento di forza, in cui sta cercando supporto, per trovare un professionista che la possa aiutare a fare chiarezza e trovare la sua strada.
Un caro saluto
Dott. Sacha Horvat