articoli di psicologia della Dott.ssa Francesca Cilento

risposte dello specialista Francesca Cilento

 20  risposte
  Vis. Profilo

C'è qualcosa in me che non va?

Apri domanda

Carissima Federica, non credo sia questione di essere o meno esagerati, ma piuttosto di cosa cerca in una relazione. Se il rapporto con il suo fidanzato è aperto perchè non dirgli che questo comportamento la mette a disagio? Il partner potrebbe dare un senso diverso a questo suo "passatempo" e non penso che vorrebbe vederla a soffrire a quanto dice. Le chiederei di riflettere se sente di poter affrontare liberamente o meno questo argomento o se le serva una mano. Buona giornata Dott.ssa Francesca Cilento...

Non so come lasciare il mio ragazzo

Apri domanda

Cara Morgana, lasciarsi non è mai facile e in questa situazione la malattia del tuo ragazzo non rende la decisione più semplice. Non credo esista un modo o parole per evitare la delusione di comprendere che il partner ha un'idea differente su un possibile futuro insieme. E' difficile limitare i danni " a monte" perchè non possiamo prevedere la reazione di un'altra persona ad una verità infelice. Ciò che puoi fare è lavorare su come affrontare questo passaggio accettando le conseguenze, in nome di ciò che desideri per te. Lavorare su scenari ipotetici può aumentare le tue preoccupazioni e comunque non influire sul risultato. Buona giornata Francesca Cilento...

Perché nonostante capisca le problematiche non riesco a risollevarmi?

Apri domanda

Carissima, sicuramente il periodo stressante mette alla prova e può portare a creare una sorta di visione negativa di ciò che ci accade. Queste lenti si costruiscono silenziosamente e si attivano anche senza volerlo. Per questo a volte, pur riconoscendo le nostre difficoltà, fatichiamo a sfuggirgli. A volte perchè manca una visione alternativa, a volte perchè in fondo non ci crediamo davvero che l'alternativa sia valida, a volte perchè pensiamo sia automatico il cambiamento e non lo, infine a volte abbiamo bisogno di qualcuno che ci sostenga e ci aiuti a rileggere le difficoltà. La forza per guardare in faccia alla situazione l'ha trovata, anche per cercare l'aiuto di un professionista, provi a pensare se può essere utile un aiuto in più. dott.ssa Francesca Cilento...

Troppo tempo nella mia testa

Apri domanda

Gentile Chiara, mi ha colpito il "titolo" che ha dato alla sua richiesta come se volesse sfuggire a se stessa e a tutte le voci che nella sua testa danno pareri discordanti creando confusione. Sembra davvero che stia cercando di trovare la sua voce e che ancora non abbia deciso chi voglia essere a dispetto degli altri. A volte si tratta di decidere chi vogliamo essere, consapevoli che non tutti ci apprezzeranno, così come noi non apprezziamo tutte le persone che incontriamo e che pure continuano ad avere vite soddisfacenti anche senza il nostro benestare. Quindi a chi interessare davvero? Prima di tutto a noi stessi: cosa le piace di lei? le persone intorno a lei cosa vedono e apprezzano. Perchè c'è un mondo fuori da quella testa che la apprezza anche e può essere ascoltato. Quindi provi ad ascoltare la sinfonia variegata di impressioni che sa suscitare in se stessa e negli altri. Buona serata dott.ssa Francesca Cilento...

Piango: sarò lontana dalla mia famiglia per 4 anni

Apri domanda

Gentile Lara, il distacco dalla famiglia e l'idea di essere lontani da chi si ama, anche se per una bella avventura, è un pensiero che ci priva degli appoggi a cui siamo abituati. è un passo importante, ma sono certa che ci abbia riflettuto e deve darsi tempo per abituarsi alle novità e magari stabilire qualche nuova routine per sentire vicino chi comunque le resterà accanto. in bocca la lupo dott.ssa Francesca Cilento...

Sono in crisi per il mio futuro

Apri domanda

Cara Beatrice, la situazione che lei descrive mi sembra (e spero di non sbagliare) di essere nata da due fonti di incertezza: da un lato le decisioni che alla sua età si prendono sul proprio futuro e dall'altro la situazione attuale che rende anche la quotidianità incerta. Questa instabilità può facilmente generare un senso di ansia che protratta nel tempo può rendere un pò apatici. Forse può valere la pena cercare di capire quando siano cambiati i suoi interessi o il fatto che adesso non li possa perseguire come vuole li rende meno attraenti. Non è una riflessione semplice per nessuno, si dia tempo e pensi se ha bisogno di un confronto. In bocca al lupo dott.ssa Francesca Cilento...

Chi mi potrebbe aiutare per sbloccare un blocco emotivo? Meglio uno psicologo, coach o l'ipnosi?

Apri domanda

Gentile Mimmo, dal tuo messaggio emerge un pò di confusione, ma anche la spinta a volerne uscire ed è sicuramente un buon punto di partenza. Ci possono sempre essere dei momenti di smarrimento e il confronto con un professionista può aiutare a riflettere in modo più "ordinato" e imparando delle strategie che risultino funzionali se un momento del genere dovesse ripresentarsi. Forse ho compreso male, ma non credo che la psicologia e gli psicologi non siano poco attinenti a questo possibile percorso, ritengo invece che sia utile trovare un professionista che ti faccia sentire accolto e ascoltato. Spero che la mia ed eventuali altre risposte ti diano una prima buona impressione di quanto gli psicologi possano darti. Resto disponibili ad ulteriori domande, in bocca al lupo dott.ssa Francesca Cilento...

Psicologo sí/no?

Apri domanda

Cara Marian, lei ha già avuto modo di incontrare uno psicologo in un momento di difficoltà; ora, mi sembra di capire, inizia a vedere nuove sfide all'orizzonte. Non è che ci sia un momento giusto o uno sbagliato per contattare uno psicologo, si può cominciare un percorso anche solo perchè si vuole migliorare pur stando bene. Quindi forse può cambiare la propria domanda in: mi sento pronta per parlare delle mie difficoltà e riprendere la mia strada recuperando le forze. Lei saprà rispondere al meglio a questa domanda e ciò le indicherà la strada da intraprendere. In bocca al lupo. dott.ssa Francesca Cilento...

Sto trovando un muro invece di avere una persona che dovrebbe dimostrarmi delle cose

Apri domanda

Cara Monica, la scelta di un partner con cui condividere la vita è davvero importante in quanto si tratta di capire con chi condividere tante scelte e momenti importanti. La sua mail non parla di sentimenti, magari c'è tanto affetto e amore tra di voi, ma lei evidenzia quanto vediate la vita in modi differenti. Cosa vi accomuna? Cosa vi ha fatti scegliere l'una l'altra? E cosa volete da un partner? Forse è il caso di riflettere a monte sulle aspettative che ha nei confronti di una relazione. Resto a disposizione per ulteriori domande e spero di averle dato uno spunto di riflessione. dott.ssa Francesca Cilento...

Ho una domanda strana ma non sto scherzando.

Apri domanda

Gentile Kenny, quello che lei descrive è davvero un percorso difficile, ma che è stato intrapreso con coraggio e che ha dato i suoi frutti. Credo sia utile fermarsi a riconsiderare la strada che è stata affrontata e i risultati dei suoi sforzi. Non è sempre detto che la riflessione su quanto fatto sia più semplice degli sforzi già affrontati, lei stesso dice che questi pensieri un pò le hanno fatto paura. Sicuramente l'aiuto di un professionista potrebbe rendere più agevole questa riflessione nel momento in cui le sembra che le sfugga il senso di quanto stia facendo e che la paura la blocchi. Non è necessario giungere ad una stasi per parlare con qualcuno, se lo ritiene utile un accompagnamento può essere richiesto anche solo per non perdere di vista l'obiettivo! Resto a disposizione dott.ssa Francesca Cilento...

Non so che università scegliere

Apri domanda

Gentile Monica, dalla sua mail si sente un pò la sensazione di essere presa tra due fuochi. Lei dice di sapere che la risposta è dentro di sè e forse già la conosce, ma a volte è difficile fare una scelta anche quando le due strade sono appetibili entrambe. Durante un colloquio motivazionale si può, grazie all'aiuto di un professionista, sondare le strade per ritrovare dentro di sè le risorse non solo per fare una scelta, ma anche per intraprenderla: qualunque essa sia! Un blocco può essere superato in molti modi, occorre comprendere qual è quello migliore per lei. Resto a sua disposizione per ulteriori chiarimenti! dott.ssa Francesca Cilento...

Cosa fare per aiutarla a livello psicologico?

Apri domanda

Gentile Ivan, sono spiacente per la situazione che si è creata che sta generando disagio non solo nella persona che ha riportato il danno, ma anche in chi le sta accanto. Ovviamente non parlando con la diretta interessata diventa difficile comprendere cosa stia alla base della tristezza, le ipotesi possono essere differenti , e cosa stia riversando su di voi. Potrebbe chiederle cosa le fa pensare questo, esempi concreti e chiedendole se vuole parlare con qualcuno. La mail comunica anche la sua sofferenza, come persona che vuole supportare chi sta male; provi a comprendere se anche lei possa beneficiare di uno scambio o un colloquio. Chi aiuta spesso ha bisogno di "ricaricare" le batterie prima che si esauriscano. Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti. Buona giornata dott.ssa Francesca Cilento...

Aborto spontaneo

Apri domanda

Gentile Maria, mi permetta di esprimerle il mio dispiacere per quanto accaduto. Purtroppo si tratta di un evento che da un punto di vista medico è spiegabile (probabilmente i suoi dottori le avranno elencato tutte le possibili cause dell'evento) che però non convincono la mente che è in lutto. Si tratta di una perdita dolorosa, di una persona che stava conoscendo e che amava e per ogni lutto c'è bisogno di un tempo per le lacrime e per elaborare la perdita. Non voglio dirle come si deve sentire, lei usa parole forti che sono espressione della forza dell'evento che le è capitato, ma ogni perdita può essere superata, con il tempo, con il supporto di chi le sta vicino ( e che sta vivendo la stessa perdita) ed eventualmente con l'aiuto di un professionista qualora lo senta utile. Quel brutto sabato è molto vicino, ma passerà e con il tempo arriva anche una prospettiva differente. Le auguro di trovare il sostegno di cui ha bisogno e di accoglierlo. dott.ssa Francesca Cilento...

Indecisione seconda gravidanza post aborto

Apri domanda

Gentile Miriam, la scelta di avere un figlio è sempre un momento importante e delicato; sono tante le domande che si affollano nella mente in attesa di prendere coraggio per iniziare un'avventura che è impossibile da programmare. Non darei per scontato che quelle stesse mamme che oggi, a decisione fatta, presta e vissuta, non riferiscano pubblicamente i dubbi che hanno avuto, magari per paura di essere giudicate. I dubbi e le paure non pregiudicano il tuo essere madre amorevole e capace. Dalla tua richiesta sembra emergere un blocco in questa decisione importante e onestamente mi hanno catturato due aspetti su cui forse sarebbe opportuno riflettere. Il primo è il padre il cui posto in questa tua riflessione non mi è chiaro. Il secondo è il tuo percorso conclusosi da poco: in genere si torna da chi ti aiutato la prima volta per ricevere supporto nuovamente, forse quelle stesse problematiche si rifanno sentire? I tuoi dubbi sembrano far risuonare il timore di non poter controllare tutto. Ecco, io cercherei di capire da dove nasce il blocco senza dare per scontato che una buona madre è quella che ha tutte le risposte e che è sempre sicura di quello che fa. in bocca al lupo. resto a disposizione dott.ssa Francesca Cilento...

Se non c'è niente nella mia vita di cui mi sento soddisfatta, il problema sono io?

Apri domanda

Gentile Antonella, la sua mail riflette una profonda insoddisfazione, ma anche un'analisi attenta di ciò che sta provando. In più punti emerge la consapevolezza di poter trovare un differente punto di vista sulla vita e sulle persone per stare meglio. Sicuramente le lenti con cui guardiamo il mondo influiscono sulla qualità dello stesso e trovare un tempo e un luogo per ripensarle potrebbe essere proficuo. Lei è certamente la sua miglior risorsa ed è lavorando su di se stessa che potrà ottenere dei risultati concreti sulla sua vita! Spero trovi un professionista che l'aiuti a sovvertire quelle dinamiche che la rendono insoddisfatta e infelice. Resto a disposizione e in bocca al lupo dott.ssa Francesca Cilento...

Periodo doloroso: come comportarsi?

Apri domanda

Gentile Luca, le situazioni dolorose e protratte nel tempo mettono alla prova le persone e non tutti reagiscono allo stesso modo. Lei sta cercando di mostrare il suo appoggio e crede di non riuscire ad aiutare la sua fidanzata. Il fatto che lei la descriva come una persona chiusa potrebbe anche essere una chiave di lettura del suo comportamento: è possibile che la ragazza pur apprezzando il suo aiuto non mostri così apertamente le due reazioni? spesso le persone vogliono solo qualcuno vicino, che chiami, che capisca che non hanno le forze di interessarsi ad altro. Scegliendo un buon momento potrebbe chiederle di che tipo di aiuto abbia bisogno, senza offendersi se la solitudine fosse uno di questi. in bocca al lupo dott.ssa Francesca Cilento...

Ansia improvvisa e attacchi di panico

Apri domanda

Gentile Stefania, questo stato di estrema ansia potrebbe essere anche la diretta conseguenza del trauma vissuto nell'incidente che forse non ha smaltito. Se pensa di non riuscire ad uscire da questa situazione potrebbe sentire uno psicoterapeuta che la aiuti ad uscire da questo momento di difficoltà. dott.ssa Francesca Cilento...

Relazione tossica

Apri domanda

Gentile Alessio, dalla sua mail emerge sicuramente il desiderio di un confronto e il fatto che sia concentrato su di se (sentimento di ansia e inadeguatezza) e non sull'altro, a mio avviso, la mette in una condizione ideale per intraprendere un percorso psicologico. Non le resta che scegliere il professionista a cui affidarsi e iniziare. Resto a disposizione e buona scelta! dott.ssa Francesca Cilento...

Io laureato lei senza aspirazioni. Costruire un futuro?

Apri domanda

Gentile Gianmarco, sicuramente il futuro di una coppia è un progetto da fare insieme, nella sua mail non parla mai di cosa discutete e a quali conclusioni arriviate. Ci tiene a sottolineare il vostro amore, ma più volte le differenze tra voi vengono descritte come più pensati: le prospettive, la preparazione e L'altezza (?). L'inquietudine che prova può essere dovuta alla difficoltà di prendere una decisione difficile, ma da solo o con la sua compagna? Ha provato a a proporle un percorso di coppia o le piacerebbe parlare con qualcuno di se e delle sue paure? Forse potrebbe cominciare a riflettere su questa prima decisione e poi magari parlare con un professionista. In bocca al lupo dott.ssa Francesca Cilento...

Relazione di coppia

Apri domanda

Gentile Barbara, non possiamo sapere quali siano i pensieri del suo compagno, ma può chiedersi che tipo di compagno desidera lei stessa per la sua vita. Una relazione per quanto stabile deve soddisfare entrambi i partner e quindi cercherei di trovare un punto di incontro "forte" che comprenda le esigenze di entrambi. Quanto al disagio del suo compagno è sua la decisione di intraprendere un percorso, lei può offrirgli il suo sostegno o dirgli quanto importante sia per lei che si curi, ma la decisione resta la sua. In bocca al lupo dott.ssa Francesca Cilento...