articoli di psicologia della Dott.ssa Sonia Ferraro

risposte dello specialista Sonia Ferraro

 2  risposte
  Vis. Profilo

Perché ho l'ansia di non fare mai abbastanza rispetto agli altri?

Apri domanda

Buongiorno Federica, ho letto quanto ha raccontato e provo ad esserle di aiuto. Il momento del passaggio da una scuola superiore ad un'università rappresenta, già di per sé, un passaggio evolutivo importante. Ci si trova davanti ad un momento di grande cambiamento personale, di investimento su se stessi (da parte nostra e di chi ci sta accanto), di aspettative, verso il presente ma soprattutto verso il futuro, di domande sulle nostre abilità e di studio di una mole di libri e pagine certamente differente rispetto a quanto si è stati abituati. Anche trovare il proprio metodo di studio, quello che più si adatta a noi e che massimizza la nostra performance, non è affatto un gioco da ragazzi né un qualcosa di scontato! Molto spesso lo si comprende con l'esperienza, gli errori, i tentativi, i successi e gli insuccessi. Anche il confronto con gli altri può essere una naturale strategia iniziale per comprendere al meglio come migliorarsi. Tuttavia, quando questo continuo paragonarsi e confrontarsi con gli altri, ponendosi in una situazione di iper-svalutazione di se stessi e di giudizio continuo e negativo verso le proprie abilità e potenzialità, diventa l'atteggiamento principale di lettura della propria vita, dei propri risultati e del giudizio di sé, è necessario iniziare a prendersi cura di sé stessi, sintonizzarsi con i propri bisogni, centrare l'attenzione sulle proprie risorse, senza doversi giudicare per forza in relazione ai successi degli altri. In altre parole, spostare lo sguardo: dagli altri verso sé stessi, dagli insuccessi verso i successi. Per poterlo fare, un professionista psicologo o psicoterapeuta le sarebbe molto d'aiuto in questo percorso, in cui è indispensabile non sentirsi soli poiché molti come lei hanno sperimentato e sperimentano queste paure/ansie. In bocca al lupo. Dott.ssa Ferraro Sonia...

Fine di una relazione?

Apri domanda

Buongiorno Rebecca, senza conoscere ulteriori dettagli del vostro rapporto di coppia, di come è nato e delle vostre singole caratteristiche di personalità e risorse individuali, è difficile riuscire a esserle d'aiuto. Credo che un consulto con uno psicoterapeuta potrebbe aiutarla ad entrare più nel dettaglio di quanto sta succedendo, per comprendere meglio le ragioni e scoprire quale strada sia meglio percorrere. Rispetto alla difficoltà economica, può pensare di rivolgersi per il momento solo lei ad un professionista, se ne ha la possibilità, oppure cercare un professionista che offre tariffe agevolate. Le auguro di affrontare e superare al meglio questo brutto periodo. Dott.ssa Ferraro Sonia...